FORECASTING ACCURATO

Tutte le organizzazioni che puntano verso l'eccellenza operativa ed un concreto vantaggio competitivo conoscono molto bene l’impatto che un forecasting accurato ha sulle capacità di soddisfare i propri clienti nel rispetto della gestione ottimale delle risorse. Previsioni efficaci aiutano a gestire l’equilibrio tra richieste sempre più esigenti da parte dei clienti ed aspettative sfidanti da parte degli azionisti.

Maggiori informazioni

SFIDE DEL MOBILE COMPUTING

Che cosa rende unico e concettualmente diverso il mobile computing? Diamo uno sguardo ai vincoli intrinseci al mobile computing, esaminando l'impatto di questi vincoli sulla progettazione ed ottimizzazione dei sistemi distribuiti. La mobilità aggrava la tensione tra autonomia e interdipendenza. La relativa scarsità di risorse dei device mobili, nonché la minore affidabilità e robustezza portano alla necessità di far ricorso, per alcune funzioni chiave ai server tradizionali.

Maggiori informazioni

INNOVAZIONE NEL RETAIL

In generale, il segmento retail è percepito come un settore di attività piuttosto tradizionale. Moltissimi credono che gli operatori di questo segmento siano per lo più interessati a fare una buona contrattazione, facendo pressione sui fornitori, e tutto si giochi sulla vendita a prezzi competitivi. Tuttavia, negli ultimi anni, il mondo del retail è cambiato enormemente.

Maggiori informazioni
Torna alla Home

FORECASTING ACCURATO

Man mano che le aziende migliorano la pianificazione e il controllo attraverso l'implementazione di processi di previsione in ambito Sales & Operations la questione della precisione tende ad emergere in modo rilevante. Tra le varie domande che sorgono troveremo sicuramente queste tre:

  • Come dobbiamo misurare l'accuratezza delle previsioni?
  • Quale grado di attendibilità ci si deve aspettare?
  • Come si misura l'efficacia del nostro processo di pianificazione della domanda?

L’importanza del forecasting - Tutte le organizzazioni che puntano verso l'eccellenza operativa ed un concreto vantaggio competitivo conoscono molto bene l’impatto che un forecasting accurato ha sulle capacità di soddisfare i propri clienti nel rispetto della gestione ottimale delle risorse. Previsioni efficaci aiutano a gestire l’equilibrio tra richieste sempre più esigenti da parte dei clienti ed aspettative sfidanti da parte degli azionisti.

Per risolvere questo dilemma, il management è costretto a fornire un migliore servizio al cliente con meno risorse. In questo contesto, l'importanza delle previsioni efficaci è elevata. Nelle aziende di produzione e distribuzione, una previsione non è semplicemente una proiezione di business futuro; è una richiesta di prodotto (o una richiesta di risorse per garantire l'approvvigionamento di un prodotto). In termini semplici, questo è come funziona la previsione: Se un prodotto è nelle previsioni, ci si può aspettare il prodotto (o risorse) siano disponibili. Se non è nelle previsioni, non ci si deve aspettare che il prodotto sia disponibile. Con questo concetto di una previsione come una richiesta di prodotto, mirare alla precisione diventa cruciale per garantire una customer experience eccellente . Forecast precisi diventano fondamentali anche per il corretto utilizzo delle risorse. Ad esempio, quando il prodotto è stato richiesto ma poi non viene venduto o la vendita è in ritardo, le risorse sono state bloccate inutilmente. Quando un prodotto non è stato previsto, ma l'azienda deve ancora soddisfare la domanda dei clienti, spesso questo viene realizzato a un costo notevolmente superiore – generando un cattivo uso delle risorse.

Perché misurare l’accuratezza dei Forecast? In primo luogo, è fondamentale misurare l'accuratezza delle previsioni, se vogliamo migliorarle nel tempo. Le misurazioni devono essere utilizzate per migliorare l’attendibilità dei forecast specifici, ma che per la qualità dei processi di pianificazione. Un processo efficace di pianificazione della domanda permette di misurare l’accuratezza dei forecast in modi diversi, ma anche per scopi diversi. Una misura dettagliata di accuratezza delle previsioni a livello di articolo identifica i singoli prodotti che sono al di fuori di una tolleranza stabilita.- Questo ci permette di rivedere e correggere le singole previsioni di prodotto. Prima si riesce ad identificare un errore significativo, il più veloce si potrà rispondere alla reale domanda dei mercati.

Torna alla Home

SFIDE DEL MOBILE COMPUTING

I device mobili sono poveri di risorse rispetto a quelli statici - Dato un certo livello di costo, tecnologia, peso, potenza, dimensioni ed ergonomia si esige una penalizzazione di risorse computazionali, quali la velocità del processore, capacità di memoria e la capacità del disco. Mentre i device mobili miglioreranno in capacità assoluta, saranno sempre poveri di risorse rispetto ai sistemi statici.

Connettività mobile è molto variabile in termini di prestazioni e affidabilità - Alcuni edifici possono offrire connettività wireless a banda larga affidabile, mentre altri possono garantire connettività a bassa velocità. All'aperto, un client mobile può fare affidamento su una rete wireless a media bassa larghezza di banda, con lacune nella copertura.

Elementi mobili si basano su una fonte di energia finita - La preoccupazione per il consumo di energia deve abbracciare ai vari livelli sia hardware che il software per essere pienamente efficaci. Questi vincoli non sono artefatti della tecnologia attuale, ma sono intrinseci alla mobilità. Nel loro insieme, complicano la progettazione dei sistemi informativi mobili imponendoci di rivedere molti degli approcci tradizionali di accesso alle informazioni.

La necessità di adattamento.
La mobilità aggrava la tensione tra autonomia e interdipendenza. Da un lato, a relativa scarsità di risorse dei device mobili, nonché la minore affidabilità e robustezza portano alla necessità di far ricorso, per alcune funzioni chiave, ai server tradizionali. Dall’altro, la necessità di far fronte alla inaffidabilità e alle basse prestazioni delle reti, nonché la necessità di essere sensibili al consumo di energia ci portano a privilegiare l'autonomia.

Qualsiasi approccio praticabile per il mobile computing deve trovare un equilibrio tra queste necessità concorrenti. Questo equilibrio non può essere statico; considerando le circostanze in continuo cambiamento di un client mobile. Si deve poter reagire e dinamicamente riassegnare le responsabilità tra client e server, in altre parole, i client mobili devono essere adattativi.

Tassonomia della strategia di adattamento.
La gamma delle strategie di adattamento è delimitata da due estremi. Ad un estremo, l'adattamento è interamente a carico di singole applicazioni. Anche se questo approccio laissez-faire evita la necessità del supporto del sistema, è carente di un arbitrio centralizzato per risolvere esigenze incompatibili di risorse da applicazioni diverse, ma anche nel far rispettare i limiti di uso delle risorse. Inoltre rende le applicazioni più difficili da realizzare, e non riesce ad ammortizzare il costo più elevato di sviluppo.

L'altro estremo dell’approccio application-independent attribuisce tutta la responsabilità per l'adattamento al sistema. Questo approccio è interessante perché è compatibile con le applicazioni esistenti che continuano a funzionare, anche quando mobile, senza alcuna modifica. Il sistema fornisce il punto focale per l'arbitrato e il controllo delle risorse. Lo svantaggio di questo approccio è che ci possono essere situazioni in cui l'adattamento eseguito dal sistema è inadeguato o addirittura controproducente.

Tra questi due estremi troviamo una gamma di possibilità che collettivamente riferiamo come adattamento application-aware. Sostenendo una partnership di collaborazione tra le applicazioni e il sistema; questo approccio consente alle applicazioni di determinare il modo migliore di adattarsi, ma conserva la capacità del sistema di monitorare le risorse e applicare le decisioni di allocazione ottimali.

Il modello esteso client-server
Un altro modo di caratterizzare l'impatto dei vincoli del mobile computing è esaminare il loro effetto sui modelli client-server classici. In questo modello, un piccolo numero di siti di trusted server costituiscono il vero warehouse dei dati. Accessi efficienti e sicuri a questi dati è possibile da un numero molto maggiore di postazioni clienti. Tecniche come caching e-lettura anticipata (caching and read-ahead) possono essere utilizzati per fornire buone prestazioni, mentre l'autenticazione end-to-end e la trasmissione criptata possono essere utilizzati per preservare la sicurezza.

Per affrontare con successo i vincoli della mobilità è necessario ripensare il modello nella sua globalità. La distinzione tra client e server potrebbe dover essere temporaneamente messa da parte, per arrivare ad un modello client-server esteso. Le limitazioni di risorse dei clienti potrebbero richiedere, per alcune operazioni normalmente svolte sui client, di essere eseguite su server ricchi di risorse. Viceversa, la necessità di far fronte ad una connettività incerta richiede a volte ai clienti di emulare le funzioni di un server.

Conclusioni
La tensione tra autonomia e interdipendenza è intrinseca a tutti i sistemi distribuiti. La mobilità aggrava questa tensione, rendendo necessario per i client mobili a tollerare una gamma molto più ampia di condizioni esterne rispetto a quanto sinora avvenuto. L'adattamento è la chiave per la mobilità. Utilizzando risorse locali per ridurre la comunicazione, ma anche per far fronte alle incertezze della mobilità; l’adattamento tutela gli utenti dai capricci tipici di un ambiente mobile.

Torna alla Home

INNOVAZIONE NEL RETAIL

In generale, il segmento retail è percepito come un settore di attività piuttosto tradizionale. Moltissimi credono che gli operatori di questo segmento siano per lo più interessati a fare una buona contrattazione, facendo pressione sui fornitori, e tutto si giochi sulla vendita a prezzi competitivi. La percezione è che il marketing in questo business sia orientato piuttosto al breve termine e prevalentemente interessato a promozioni legate al prezzo.

Tuttavia, negli ultimi anni, il mondo del retail è cambiato enormente.

Le attività nelle organizzazioni retail, sono notevolmente aumentate in complessità e sofisticazione. Oggi, il settore è una delle industrie più innovative, applicando l'innovazione nelle aree di identificazione a radiofrequenza (RFID), tecnologie di self-service e la gestione automatizzata dello spazio. La distribuzione organizzata è stato il segmento che ha sicuramente contribuito alle innovazioni nella gestione della supply chain e della logistica. Il retail opera utilizzando dati sulle abitudini di acquisto dei consumatori, data warehousing e analisi. E’ un ambiente attento alla ricerca e allo sviluppo di applicazioni con elevati livelli di analisi, con metodi di ottimizzazione dei costi, ma anche comunicazioni marketing integrate. I retailer, soprattutto nel settore delle vendite on-line, stanno già da tempo affrontando sfide tipiche delle organizzazioni esposte al business globale. Ultimo ma non meno importante, per gestire operazioni di previsione della domanda viene impiegato personale con una formazione specialistica ed elevate competenze.

Tuttavia, molti di questi progressi della distribuzione moderna rimangono in gran parte sconosciuti al mondo esterno in cui rimane prevalente la vecchia immagine del retailer, legato ad un business statico con ben definiti problemi di gestione e con prospettive di carriera poco emozionanti.

Sicuramente Out-of-stock (OOS) rimane una delle principali problematiche del retail considerando le forti ripercussioni sia sull’andamento delle vendite sia sulla opinione negativa da parte del consumatore sul punto vendita.

Le ricerche segnalano che le reazioni più frequenti di fronte agli OOS sono cambio della marca, e il rinvio dell'acquisto e in caso che questa situazione sia ripetitiva aumenta il rischio che il consumatore cambi punto vendita.

Una ricerca internazionale evidenzia come i retailer di successo per ridurre OOS, ed ottimizzare i livelli di inventario, hanno automatizzato i processi di creazione e manutenzione dei planogrammi specifici per punto vendita.