I trend dell’AI per il 2020

Nonostante il termine AI sia molto utilizzato nell’ultimo periodo, non tutti ne conoscono il significato, ma attraverso il suo utilizzo nelle più diverse applicazioni, sta diventando una parte integrante della nostra quotidianità.

Come?

Esperienze di condivisione di alto livello, personalizzazione delle app e game, gestione della sicurezza… le possibilità dell’AI sono sicuramente infinite.

Nel campo del business, l’intelligenza artificiale ha un impatto diretto sulla strategia e sulle operazioni.

L’AI si concentra sullo sviluppo di macchine intelligenti, che funzionino e reagiscano come gli umani: ad esempio, possiamo parlare di campi di applicazione quali riconoscimento vocale, apprendimento, pianificazione e problem solving.

Se invece pensiamo all’AI in un contesto più grande, potremmo suddividerla in due tipologie: narrow AI ed altre come general AI.

Narrow AI e general AI

L’Ai intesa come narrow (ridotta), è riferito ad un qualcosa che sperimentiamo quotidianamente, come i computer. La general AI è sicuramente più complicata: forse l’abbiamo vista sui grandi schermi, e la cui esistenza effettiva è discutibile.

Come ogni cosa, l’AI ha due lati della medaglia: può anche rappresentare rischi e pericoli, che non possiamo ignorare.

Stephen Hawking, grande fisico inglese, dichiarò : “Lo sviluppo dell’AI potrebbe significare la fine della razza umana … Gli umani, che sono limitati dalla lenta evoluzione biologica, non potrebbero competere e sarebbero sostituiti “.

I più grandi risultati dell’IA negli ultimi 2 anni

  • Chatbot di Facebook: per rendere i chatbot AI sensibili al comportamento umano, Facebook ha ideato due chatbot. Osservandoli, gli sviluppatori si stupirono, sconcertati nel sapere che i chatbot avevano iniziato a creare il loro linguaggio non umano, mentre erano stati programmati per utilizzare la lingua inglese.

  • AlphaGo di Google: L’Ai si è affermata sicuramente nel mondo Gaming. In un test, l’AI di Google ha sconfitto il miglior giocatore umano in AlphaG.

  • Veicoli autonomi: grazie ad aziende quali Samsung, Huawei, Volkswagen, Uber e Google, la guida autonoma si è diffusa.  Secondo un rapporto, dal 2014, oltre 80 miliardi di dollari sono stati investiti nello sviluppo di quest’area.

  • Elon Musk vs. Mark Zuckerberg: La lotta tra titani non è una novità. Durante lo scorso anno, Elon Musk e Mark Zuckerberg si sono trovati faccia a faccia. Musk era dell’opinione che l’IA dovesse essere regolata prima che sfuggisse dal controllo umano. Zuckerberg dal suo canto, ha condannato le opinioni di Musk e ha incoraggiato le applicazioni AI

L’utilizzo dell’AI non si limita unicamente alle grandi imprese, ma anche gli Stati si sono mossi attivamente nell’esplorazione in questo campo. USA, Corea del Sud, Giappone, Cina e India hanno già fatto dei passi da gigante.

Tendenze di intelligenza artificiale da tenere d’occhio

1. Voice Assistants: dopo essere passati dai controlli gestuali, la parola d’ordine è Voice Assistants. Con la diffusione di app come Siri, Google Assistant e Cortana, questo campo è sempre più in via di diffusione. Pensiamo ad esempio a dispositivi IoT integrati con Amazon Echo o Google Home

2. Smartphone e gadget: oltre 2 miliardi in crescita di utenti di smartphone nel mondo, li rende una delle piattaforme essenziali per testare l’affidabilità e le funzionalità dell’IA. La portata dell’intelligenza artificiale non si limita naturalmente ai soli smartphone, ma anche agli smart gadget e device indossabili, come smartwatch.

3. Edge Computing: Apple ha dimostrato la rilevanza dell’Edge Computing, rivelando il chip A11 con un motore neurale per iPhone 8 e X in grado di eseguire attività di apprendimento automatico fino a 600B di operazioni al secondo. Un altro esempio, sono le funzionalità FaceID che hanno integrato nell’iPhone X.

4. Applicazioni militari: Dai droni da combattimento agli aerei senza pilota, l’IA si sta diffondendo a velocità della luce.  L’attenzione si concentra anche sulla sicurezza informatica,  che ha incorporato l’AI, costruendola in base ad un algoritmo.

Nel corso del tempo, l’AI potrebbe tornare utile per identificare rischi e segnali di probabili minacce future.

Conclusioni

Gli sviluppatori sono già in piena attività per creare strumenti che offriranno al business opportunità del tutto nuove, senza precedenti, andando a migliorare le strategie, i processi e la pianificazione aziendale.

Inoltre la credibilità dell’AI aumenta ogni giorno, in quanto i giganti della tecnologia stanno investendo enormemente in questo campo.

Abbracciamo per cui con piacere una delle migliori innovazioni degli ultimi anni.

Restate sintonizzati per rimanere aggiornati sulle ultime tecnologie, tramite la nostra sezione Insights oppure sulla nostra pagina Linkedin.

we are Axiante

Siamo innovativi, agili e competenti. Sfruttiamo i data analytics, operiamo con una prospettiva service design thinking.
Saremo il tuo Business Innovation Integrator

Socials

Get in touch

Tel: +39 039 6091289

sede operativa Via Cardano, 2
20864 Agrate Brianza (MB)